Cari amici e cari soci,

vi raccontiamo un po’ com’è andato il doppio appuntamento di domenica scorsa sullo Zermula.

Arrivati a Cason di Lanza l’allegra carovana si è divisa in due, il primo gruppo è partito verso il boschetto in direzione della ferrata

IMG_0619

 

DSC00886

ecco la parete dello Zermula.

DSCN0580

Segue la fase di vestizione

DSCN0582 DSCN0586 DSCN0587

e il superamento di qualche lingua di neve residua che di certo non spaventa i nostri eroi!

DSCN0584

E poi su, in verticale

IMG_0628

DSC00890 DSC00894

Si superano agevolmente le placche.

DSCN0588 DSC00899

L’altro gruppo supera la vegetazione bassa e qualche ortica fino a conquistare la forca di Lanza,

sdr

bdr

dove ci apprestiamo a fare un breve ristoro con vista panoramica su Sernio e Grauzaria

bty

prima di partire sulla dorsale verticale, con sul lato opposto il Zuc della Guardia.

bdr

Al bivio prendiamo a destra la variante della via delle trincee, una bella e valida alternativa alla classica salita.

bty

bty

Sbucati alla fine del percorso,

bty

neanche a farlo apposta, incontriamo i primi della ferrata DSC00901

IMG_0638

e proseguiamo assieme per un tratto quasi pianeggianteDSCN0602

per poi immetterci sul verde pendio finale immersi nella fioritura dei Botton d’oro!

 

bdr

DSCN0604

Arrivati in vetta non ci resta che riposarci e soprattutto….ristorarci, tra quattro chiacchiere in allegria.

IMG_0645 DSC00910 DSC00911

I due quadrupedi in relax…

DSC00909

…la maglietta Cai Artegna portata con orgoglio.

DSC00916

E dopo la foto di vetta è ora di scendere,

DSC01626

ma prima uno scatto “dorato”,

DSC01627

ripercorriamo il primo tratto compatti fino al bivio che ci porta alla normale,

DSCN0610 IMG_0652 IMG_0653

e poi continuiamo a scendere apprezzando il panorama

DSC00918

bdr

bty

fino alla forca di Lanza,

DSC00919

dove ci riallacciamo al sentiero percorso inizialmente dal gruppo che non è salito in ferrata.

Due anelli remunerativi per entrambi, tutti soddisfatti e baciati dal sole!

Noi ci siamo divertiti un sacco, quindi che dire…tornait!

Post filed under Diario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *